Come ben sappiamo, la tecnologia fa parte in modo persistente delle nostre vite, sia nelle piccole, ma anche nelle grandi e medie imprese. Le minacce però sono molteplici, sia attraverso le carte di credito, ma anche via telefono, via mail ecc., ma ci sono anche modi molto più insidiosi come il ransomware e gli attacchi di phishing che possono causare danni irreparabili.

Per questo è molto importante potenziare le proprie conoscenze e rafforzare le misure preventive imparando a conoscere le più grandi minacce alla sicurezza delle aziende di oggi puntando su solide soluzioni.

Secondo alcuni studi, oltre l’80% delle violazioni è causato da password deboli, compromesse o riutilizzate, ad esempio molte persone lasciano inavvertitamente il nome utente e le password predefiniti sui loro router, dispositivi di archiviazione (collegati alla rete) e hardware aggiuntivi. Altri semplicemente inseriscono la sequenza più semplice, spesso inoltre condividono la password con i colleghi e persone esterne all’azienda.  La soluzione è non fare affidamento naturalmente solo alla fortuna, ma si dovrebbe creare una password complessa, lunga e unica, utilizzando un gestore di password e un’autenticazione a più fattori, ma soprattutto non ci si dovrebbe dimenticare di assicurarsi che la propria stampante abbia al suo interno le ultime funzionalità di sicurezza come quelle offerte dalla tecnologia Xerox Connectkey.

Secondo alcune ricerche, il 70% degli attacchi ransomware ha colpito le piccole imprese e gli aggressori accedono ai dati, tenendoli in ostaggio fino a quando non viene pagato un riscatto. Prendono di mira le PMI principalmente perché sono le figure che investono meno in IT nella maggior parte dei casi e quindi mancano le attenzioni alla sicurezza e conseguentemente presentano maggiore vulnerabilità.  La soluzione a tutto ciò è istruire e prevenire con strumenti migliori che possano permettere di combattere l’ondata di minacce ransomware, il quale viaggia generalmente attraverso la posta elettronica, nascosti dietro annunci e molto altro.  Per ridurre al minimo i potenziali danni è essenziale eseguire il backup dei dati e utilizzare l’archiviazione cloud in modo che i dati siano completamente protetti su un’altra fonte, installando la protezione antivirus, anti-malware e anti-ransomware, usando un firewall tradizionale per bloccare l’accesso non autorizzando ed eseguendo sempre scansioni su tutti i dispositivi.

Il phishing è un problema molto importante per la comunicazione moderna ed è condotta utilizzando e-mail inviate principalmente attraverso la rete di un’azienda. Gli aggressori si pongono come una fonte affidabile nel tentativo di ottenere informazioni protette come nomi utente e password, numeri di conto e carte di credito. Il ransomware arriva spesso sul computer da una e-mail di phishing con un allegato come file zip o exe il quale viene scaricato, una volta che i file sono stati infettati da ransomware, il virus li crittografa e ne impedisce l’accesso.  La soluzione è addestrare se stessi e i propri dipendenti su come evitarli, i veicoli  più attaccati sono prevalentemente i siti web, gli url, i social e molto altro ancora.  Gli hacker di oggi usano metodi molto sofisticati come loghi aziendali rubati o alterati, per poter sfruttare la fiducia delle persone, quindi è necessario non aprire file zip da fonti sconosciute ed inoltre è utile mettere in discussione qualsiasi mail che richieda alcune informazioni personali.

I datori di lavoro devono istruire quindi i lavoratori a non utilizzare siti non aziendali e attuare un tutorial anti-phishing, ma soprattutto è molto importante ricordare ai lavoratori di proteggere la loro posta in arrivo con potenti filtri antispam, oltre che aggiornare ed eseguire scansioni software regolarmente.

Infine, dobbiamo dire che le stampanti di oggi fanno molto di più che copiare e stampare, contengono cache di informazioni sensibili e sono vulnerabili alle intrusioni, esattamente come i computer.  Con i propri dischi rigidi, sistemi operativi e concessioni di rete, gli hacker possono arrecare molti danni a un’azienda tramite una stampante esposta e le soluzioni per tutto ciò è iniziare a proteggere la propria stampante disponendola in un luogo controllato, oltre che impostare restrizioni di accesso come password o smart card. Le stampanti Xerox dispongono di diverse funzioni di stampa sicure che proteggono i dati più sensibili della propria organizzazione e i software, app assicurano che i dati digitali siano salvaguardati mentre vengono condivisi tramite cloud o dispositivi mobili.


Individuare e bloccare le maggiori minacce alla sicurezza di oggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *